Non c’è un avvitatore per tutto, ma ci sono avvitatori che fanno meglio certi lavori di altri, tutto sta a scegliere il prodotto più calzante all’uso che se ne vuol fare. All’inizio si ha bisogno dell’avvitatore per lavoretti elementari, come avvitare un bullone o la vite di una scrivania acquistata smontata, un mobiletto per la casa comprato negli store di bricolage e ‘fai da te’, dove ti appioppano un bello scatolone con tutti i pezzi sparsi e un sacchettino di nylon dentro la confezione con uno smilzo foglio di istruzioni e un pacchetto di viti.

E’ lì che si inizia a familiarizzare con l’avvitatore, c’è qualcuno che fa ancora a mano, ma poi il mobile non regge, meglio un buon avvitatore che una volta fatto il suo dovere ci restituisce un oggetto finito e stabile, senza bisogno di tornarci su. Oltre che per questi usi comuni, l’avvitatore può essere un attrezzo fondamentale per chi ha l’hobby di lavorare il legno, ad esempio, o per svariati motivi debba perforare un metallo o il cemento. Per ogni necessità è possibile trovare in commercio l’avvitatore giusto, basta dare un’occhiata in ferramenta o nei siti specializzati, come Avvitatore Migliore per poter scorrere in rapida sequenza una nutrita carrellata di modelli innovativi al miglior prezzo.

Da considerare anche se l’uso che si andrà a fare dello strumento sarà sporadico o abituale, se l’avvitatore serve per lavori a cadenza quotidiana dovrà necessariamente essere resistente e maneggevole, anche se non troppo pesante, si consiglia sempre sotto i due chili dotato di presa in materiale antiscivolo. Ci sono modelli fra i più avanzati che integrano anche una luce per focalizzare fasci luminosi su punti oscuri o scomodi da raggiungere, una funzione molto utile soprattutto per chi lavora in edilizia. Sempre per dare una risposta a chi deve usare l’avvitatore in condizioni precarie e scomode i produttori si sono ingegnati a creare arnesi ‘smart’ dotati di mandrino autoserrante per permettere un lavoro ‘no stop’ senza bisogno di sostituire i ricambi con la chiavetta. Al momento dell’acquisto è importante accertarsi che la confezione contenga una batteria di ricambio, per non restare ‘a secco’ e un kit di puntine da usare, all’occorrenza.