Capita a tutti di avere necessità di formattare un hard disk esterno ma di non saper bene dove mettere le mani. Spesso si teme di scegliere una procedura sbagliata e di poter combinare un guaio. Tiriamo, allora, un sospiro di sollievo e proviamo a seguire dei semplici passaggi. Niente panico!

Per conoscere i vari tipi di hard disk esterni presenti in commercio, clicca qui. Potrai approfondire e conoscere le caratteristiche e le funzionalità dei prodotti più gettonati.

Ora procediamo con la formattazione di un hard disk esterno: questa operazione non va considerata come la cancellazione dei dati nonostante in molti ne siano convinti. In realtà quando si formatta un hard disk e poi lo si collega ad un computer si vedrà sì vuoto ma la maggior parte dei dati si potrà in qualche modo recuperare. Per fare in modo, invece, che i dati vengano cancellati completamente e che nessuno possa curiosare dobbiamo eseguire una vera e propria bonifica del dispositivo. Questa procedura è nota agli amanti dell’informatica come “wiping”: in questo caso sarà veramente impossibile provare a recuperare i vecchi dati.

L’operazione su Windows

Immaginiamo di voler formattare un hard disk esterno su Windows. Partiamo con una formattazione semplice e non con la bonifica dello spazio (wiping) in modo che tutti, anche i principianti, possano seguirci. Il primo step consiste nell’aprire sul computer la cartella “Esplora file” e selezionare la voce “Computer”. Da qui clicchiamo con il mouse sull’icona dell’hard disk esterno che vogliamo formattare e selezioniamo la voce “formatta”.

A questo punto bisognerà selezionare il file system che si andrà ad usare per formattare il disco e a scrivere il nome dell’unità. Cliccando “avvia”, si procede con l’operazione. Con il processo di formattazione veloce, il tutto verrà portato a termine in una manciata di secondi. La formattazione veloce non permetterà, però, di accertare la presenza di possibili danni, né di verificare l’integrità dell’hard disk esterno. Sempre meglio, se si ha tempo a disposizione, procedere con la classica formattazione e non con quella veloce.

Per una formattazione più sicura e per evitare che i nostri vecchi dati possano essere recuperati in futuro, dobbiamo eseguire una bonifica del disco. In questo modo i dati cancellati saranno anche sovrascritti più volte e nemmeno la persona più esperta potrà visionarli. Scompariranno del tutto! Per procedere con il wiping su Windows vi sono anche tantissime app volte proprio alla bonifica degli spazi liberi sugli hard disk.